costo sito web

Quanto costa un Sito Web?

Quanto costa un sito web? Consigli utili e considerazioni.

Crediamo sia interessante, se ha bisogno di un sito web per la tua attività, sapere quali saranno i costi da affrontare e come fare per ottimizzarli al meglio!
Descriveremo nella maniera più semplice possibile, tutte le spese per realizzare un sito efficace così da aiutarvi a capire se il budget che avete ipotizzato per il vostro investimento è in linea con il vostro progetto.

1 – Non è tutto oro ciò che luccica!

Non pensare che aprire un negozio on-line sia una cosa semplicissima, altrimenti tutti i negozianti anzichè investire 10-20-50mila euro per aprire un negozio fisico, investirebbero 2-3mila euro per aprire un e-commerce.

Sarebbe bello, e noi web developer saremmo tutti miliardari. Devi sempre tenere i piedi per terra e non credere a chi cerca di venderti un sito facendoti pensare che è tutto facile.

Spendere 500€ per realizzare un sito non adatto alle tue esigenze vuol dire buttare via dei soldi e, in tempi come i nostri, forse conviene non sprecare le nostre risorse.

Sapere di spendere la giusta cifra, sapendo quali sono i veri obiettivi da raggiungere, è già un buon punto di partenza. Investire è importante, non fare nulla equivale a regalare clienti alla concorrenza che hanno creduto nelle potenzialità del web.

Vendere e acquisire nuovi clienti è possibile ma bisogna affidarsi a veri professionisti.

Vediamo insieme quali costi bisognerà affrontare per la realizzazione del tuo sito web.

2 – I costi da affrontare

Spesso si pensa che per realizzare un sito web, basti chiedere un semplice preventivo all’amico smanettone che “realizza siti” e si escludono gli altri preventivi con qualche piccola variante di prezzo. I costi da affrotare possiamo dividerli in tre tipi:

I costi di Marketing, una variabile spesso non presa in considerazione;
I costi di Realizzazione, ovvero il prezzo per chi si occuperà del codice del sito;
I costi di Manutenzione e aggiornamento.

I Costi di Marketing

Il tuo prodotto o servizio in quale fascia di mercato si andrà a posizionare? Esistono già dei concorrenti? Perchè ti differenzi da loro? Si tratta di una domanda diretta o indiretta?

Questo tipo di domande costituiscono l’inizio delle consulenze gratuite di Brandit e molte volte ci troviamo di fronte a idee molto confuse, ed è normale. Un imprenditore già avrà i suoi pensieri, già avrà dovuto rapportarsi con adempienze burocratiche ed economiche, non può anche ricoprire il ruolo di esperto di Marketing.

Nelle grandi aziende sono presenti apposite figure che si occupano di questo, ma qualora questo ruolo non venisse ricoperto, entriamo in gioco noi di Brandit, mettendo a tua disposizione un’intera agenzia specializzata nella comunicazione.

Quando abbiamo iniziato, vendevamo semplici “siti web” come fanno la maggior parte delle agenzie, ad oggi, invece, attraverso le competenze acquisite, riusciamo ad offrire un pacchetto completo, andando a toccare il punto che più interessa ai nostri clienti, ovvero, acquisire nuovi clienti, monetizzare, e non avere una bella ma inutile vetrina.

Costi di sviluppo

Nei costi pratici per lo sviluppo del sito rientrano le voci relative alla realizzazione concreta dello stesso.

– Scelta del CMS, qualora ce ne fosse bisogno;
– Installazione e configurazione;
– Creazione della parte grafica;
– Aggiunta delle estensioni o dei plugin;
– Studio dei contenuti;
– Ottimizzazione Seo;
– Dominio;
– Hosting.

Costi di Manutenzione

Nella voce “costi di manutenzione” rientrano tutte quelle attività che vengono svolte per mantenere il sito web “vivo” e per far capire a Google che siete una buona risorsa per i vostri clienti.

Perchè mai dovrebbe importarvi?
Perchè l’obiettivo primario di Google è quello di fornire buoni risultati nella sua ricerca… dovete pensare che chi digita qualcosa nel motore è il primo cliente di Mountain View. Offrire i risultati migliori consente a Google di essere il motore di ricerca più utilizzato e di guadagnare miliardi di dollari con la pubblicità.

Devi essere la risorsa migliore per chi fa una ricerca, quindi se il tuo sito web non è una buona risorsa per i tuoi utenti e per Google, tutti gli investimenti saranno sprecati, questo deve esserti chiaro.

Come ti posizioni in prima posizione?
– Scrivere contenuti utili ai lettori;
– Far girare in rete i vostri articoli attraverso una buona strategia;
– Creare un collegamento tra le soluzioni offerte gratuitamente nei vostri contenuti e i vostri servizi a pagamento;

Queste attività sono molto importanti e ci consentono di ricevere molte richieste e di lavorare grazie al sito web.

Devo per forza pagare qualcuno per farlo? La risposta è NO!

Potete occuparvi di queste attività in autonomia (dopo aver studiato come fare) o delegarle a Brandit. Indipendentemente dalla vostra scelta sono attività da mettere tra le “cose da fare” e di cui qualcuno si dovrà occupare.


3 – Affidati a dei professionisti

Nella realizzazione del vostro sito web potete incontrare 4 diverse figure con cui relazionarvi:

– Una grande agenzia di comunicazione a costi altissimi;
– Una web agency che lavora solo sulla quantità e non sulla qualità;
– Un’agenzia come Brandit che ha come primo obiettivo “soddisfare le esigenze del cliente”;
– Vostro nipote che vi può fare il sito gratis.

Quale opzione hai preso in considerazione?
– Se hai preso in considerazione tuo nipote per risparmiare vuol dire che non vuoi far crescere la tua attività.
– Se invece hai pensato che è importante investire nel web, e farlo con professionisti del settore che sapranno interpretare le tue esigenze e realizzare un prodotto studiato ad hoc puoi affidarti a Brandit!

Richiedi una consulenza gratuita.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *